A fuoco il 'Ponte di ferro' a Roma, potrebbe riaprire tra mesi

MOVE
MOVE
MOVE
MOVE
MOVE
MOVE
MOVE
MOVE
Lunedì
10:53:44
Ottobre
04 2021

A fuoco il 'Ponte di ferro' a Roma, potrebbe riaprire tra mesi

Pezzi si sono staccati della struttura. Non ci sarebbero persone coinvolte. Coinvolta una condotta del gas

View 482

word 572 read time 2 minutes, 51 Seconds

Roma: Fra Ostiense e Marconi - Nuova circolazione oggi nelle zone di Ostiense e Marconi a Roma con il ponte dell'Industria chiuso a causa del maxi incendio che lo ha interessato sabato notte. Al momento si registrano rallentamenti che sarebbero in linea con il traffico abituale, ma stamattina molte scuole sono chiuse a causa delle elezioni.

Punto di collegamento tra due quartieri popolosi della città, la chiusura del ponte avrà inevitabili ripercussioni sul traffico in quel quadrante di Roma. Per questo il Comando Generale della polizia ha previsto un rafforzamento dei servizi di viabilità nella zona con diverse pattuglie nelle aree limitrofe e nei principali snodi di viabilità che incidono sull'area. La struttura potrebbe riaprire tra mesi.

I vigili del fuoco e i vigili urbani restano a presidiare l'area, circondata da transenne. Alla spicciolata arrivano curiosi e abitanti della zona, increduli per quanto successo. Chi scatta foto col cellulare, chi dice di aver visto dalla finestra della propria abitazione il momento in cui un pezzo crollava nel Tevere. "Non ci posso credere - dice Marco, con le mani giunte sul viso - ci passo tutti i giorni, fa male vederlo così". Un gruppo di maratoneti ferma la propria corsa: "Che spettacolo triste - dicono - Chissà se ritornerà ad essere percorribile". I vigili del fuoco sono riusciti a domare le fiamme e al momento non sembrano essere coinvolte persone.

Le fiamme, che poterebbero essere partite dalle baracche sotto il ponte, hanno coinvolto anche una condotta del gas. Alcune parti esterne sono crollate nel Tevere anche se la struttura comunque è restata in piedi.

La Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino ha emesso un'ordinanza urgente con misure di interdizione alla navigazione e allo stazionamento di un tratto del Tevere all'altezza del cosiddetto 'Ponte di ferro'.

La sindaca Virginia Raggi è stata sul posto. "Al momento quello che possiamo dire è che stringe il cuore vedere un pezzo di storia ridotto così - le sue parole -. Già domattina è stato convocato il comitato comunale per vedere i servizi, gas e luce. E poi bisogna vedere la stabilità strutturale. Dopo cercheremo di lavorare sulla riapertura della viabilità. Per ora l'importante è che non risultano persone ferite. Ci sono accertamenti in corso".

"Sono stato tutta la notte a monitorare la situazione del Ponte di Ferro insieme ai vigili del fuoco. La prima preoccupazione adesso è quella di garantire le utenze a tutto il quadrante. E' stato ferito un luogo simbolico della nostra città. Tra i primi compiti del sindaco che verrà eletto ci sarà quello di restaurare un bene come il Ponte dell'Industria, non solo per la struttura ingegneristica ma anche per quello che rappresenta a livello storico". Lo ha detto il minisindaco dell'VIII municipio di Roma, Amedeo Ciaccheri. / ANSA

«ROMA, PONTE DELL'INDUSTRIA. / Massimiliano Savant De Cristofaroalle 01:08 scrive dal suo profilo pubblico Fra Ostiense e Marconi per il Romani "er ponte de fero", da oggi non c'è più. Inaugurato nel 1863, oggi l'addio al ponte a causa di un incendio. Doloso? Colposo? Tubatura difettata o accampamento rom ai quali è sfuggito un incendio? Chi può saperlo, di contro, la gestione dell'emergenza a Roma è pari a ZERO. Eccola qui la perfetta riuscita del motto "uno vale uno", ovvero, tutti sono ZERO! E quello abbiamo, ZERO, zero coordinamento, e questi sono i risultati.»

Foto di Massimiliano Savant De Cristofaroalle



Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / A fuoco ... tra mesi
from: ladysilvia
by: carabinieri